La Molisana porta la pizza con farina di semola a “La Città della Pizza” a Roma

La Città della Pizza è ufficialmente sbarcata a Roma. Da venerdì 6 a domenica 8 aprile 2018 Guido Reni District ospita i migliori pizzaioli d’Italia per una tre giorni dedicata alla pizza. Oltre 120 ricette dalle più tradizionali alle più creative che potranno essere abbinate dai visitatori con le numerose birre artigianali presenti all’evento. Disponibili inoltre numerosi workshop e incontri tecnici con i più grandi maestri della pizza. Per tutti i “Pizza Lover” è dunque possibile accedere gratuitamente all’evento in Via Guido Reni 7 a Roma (Zona Flaminio) ed acquistare i gettoni validi per comprare pizze, fritti e bevande disponibili nei vari stand.

Tra questi degni di nota è la “Casa della Semola“, uno spazio realizzato da La Molisana dedicato esclusivamente alla pizza fatta al 100% con semola di grano duro decorticato a pietra. Qui i visitatori de “La Città della Pizza” avranno modo di gustare la pizza preparata con le semole di grano duro della gamma “Gli Sfarinati La Molisana”, che comprende: Semola tradizionale (perfetta per pasta e pizza); Semola rimacinata, macinata due volte per ridurne la granularità e facilitarne la lavorazione (da utilizzare per tutte le preparazioni in cui normalmente si utilizza la farina tra cui biscotti, dolci e torte); Semola integrale, ancora più completa dal punto di vista nutrizionale e Semola per pizza, ideale per lievitazioni lunghe.

Buona serata! 😍🍕 Questa sera non potevo non passare alla "Casa della Semola", uno spazio dedicato esclusivamente alla pizza fatta al 100% con semola di grano duro decorticato a pietra. Uno spazio allestito da @pastalamolisana all'interno della manifestazione @lacittadellapizza, da oggi a domenica 8 aprile al Guido Reni District di Roma. Se questo weekend siete in giro per Roma vi invito a fare un salto qui al @guidoreni_district e provare la pizza come non l’avete mai assaggiata. La semola per pizza de La Molisana costituisce una novità assoluta perché consente di realizzare un impasto più leggero, digeribile e croccante. Se ami la pizza non puoi non passare! 😍😋 #justsemola #mifabene #adv #pastalamolisana #lacittadellapizza

A post shared by Matteo Acitelli (@matteoacitelli) on

Pizza con farina di semola La Molisana: le ricette

– La PICCANTE va in Città: con crema di carciofi, provola affumicata di Agerola e ventricina piccante molisana
– #mifabene: con pomodori semisecchi, stracciata molisana del Caseificio Di Nucci, olive nere e pesto alla genovese
– Terre di confine: con crema di broccoli, salsiccia di nero casertano e caciocavallo molisano del Caseificio Di Nucci.

Alla stazione di Roma Termini il temporary store Pasta La Molisana

È stato da pochi giorni inaugurato alla stazione di Roma Termini il temporary store de La Molisana, una location realizzata sui quattro asset che ripercorrono la storia del noto brand molisano: acqua cristallina di sorgente, aria pura di montagna, mugnai da quattro generazioni e i migliori grani selezionati. Tutti coloro che desiderano dare un’occhiata allo store e magari acquistare i vari prodotti del brand potrà recarsi presso la Stazione Termini di Roma fino al prossimo 9 novembre.

All’interno del nuovo temporary store de La Molisana a Roma Termini si potrà così scoprire la nuova ricetta della pasta La Molisana ed acquistare le numerose proposte offerte dal marchio di Campobasso: dalle paste nei formati classici di farina bianca e integrale, passando per “Le Speciali”, le gluten-free, le farine, il formato “Extra di Lusso” realizzato per il centenario dell’azienda e la special edition “Giuseppe Ferro”, un omaggio alla famiglia Ferro, proprietaria dello storico marchio di pasta che oggi è disponibile in 85 Paesi in tutto il mondo.

Come spiegato dal direttore marketing Rossella Ferro: “Con questa iniziativa abbiamo voluto portare a Roma un angolo del nostro territorio, di cui portiamo orgogliosamente il nome. Veniamo da una famiglia di mugnai da quattro generazioni e, acquisendo La Molisana nel 2011, abbiamo realizzato il sogno di diventare anche pastai, arrivando nelle case dei consumatori con il prodotto finito. La qualità del grano, frutto della nostra esperienza centenaria nell’arte molitoria, è valorizzata dalle caratteristiche straordinarie del territorio in cui operiamo: il nostro è un pastificio di montagna, dove l’aria rarefatta preserva al meglio le qualità della materia prima e dove abbiamo a disposizione un’acqua purissima e leggera, dalla qualità certificata. Sul nuovo pack, che presentiamo qui a Roma con tutta la gamma, abbiamo voluto ribadire con orgoglio questi contenuti, che ci differenziano dalle altre marche”.

E se passi per la Stazione di Roma Termini entro il 9 novembre passa al temporary Store La Molisana e comunica il codice #TEMPUP2017 al momento dell’acquisto di un qualsiasi prodotto per ricevere in omaggio un accessorio. Infine, nel periodo in cui sarà attivo lo store a Termini, 12 ristoranti a Roma e dintorni proporranno nel loro menù una serie di ricette speciali realizzate con la pasta La Molisana e realizzate in esclusiva per celebrare la presenza del brand nella città. In questi locali i clienti potranno anche ritirare un coupon che consentirà di ottenere uno sconto sugli esclusivi prodotti in vendita presso il Temporary Store, dai formati più classici a quelli più innovativi, come lo Spaghetto Quadrato e le Farfalle Rigate La Molisana. Ecco la lista dei dodici ristoranti di Roma partner de La Molisana:

Ristorante ‘Le Salette del Gusto’ – Via Dei Sardi 8 – Roma
Ristorante ‘Bacchus’ – Via della Torre Alessandrina 77 – Fiumicino Roma
Ristorante ‘Cabina 31’ – Lungomare di Levante 232 – Fregene (Roma)
Ristorante ‘La Ciociara’ – Via Lungoliri Simoncelli 2 – Sora (Frosinone)
Ristorante ‘Eco Blu’ – Via Fidenza – Roma
Ristorante ‘La Forchetta Matta’ – Via Monti Lepini 5 – Monterotondo (Roma)
Ristorante ‘La Lampara’ – Via Carbonia 35- Passo Scuro (Roma)
Trattoria ‘Della Nonna’ – Via Settevene palo 4 – Cerveteri (Roma)
Ristorante ‘Il Panorama’ – Via passeggiata Pianillo 2 – Segni (Roma)
Ristorante ‘Papillon’ – Via Delle Barozze 39- Rocca di Papa (Roma)
Ristorante ‘I Quattro Ricci’ – Via del Casalone – Cerveteri (Roma)
Ristorante ‘Le Tamerici’- Via Dello Scavolino 79 – Fiumicino (Roma)

T-Walk, le passeggiate culturali T-Bone Station per scoprire Roma (e mangiare bene)

Per tutti gli appassionati di cibo e cultura T-Bone Station ha organizzato un nuovo format che ogni mercoledì, fino al 12 luglio, consente ai romani e ai turisti nella capitale di scoprire Roma gustando i sapori dei piatti firmati T-Bone. Nella giornata di ieri ho avuto il piacere di provare questa esperienza chiamata T-Walk (“T” che richiama il brand T-Bone Station), una passeggiata culturale a Trastevere dove le guide dell’associazione culturale Sinopie mettono a disposizione il loro sapere per raccontare ai partecipanti la storia del locale di via di Santa Dorotea che ospita all’interno il forno della Fornarina di Raffaello e la chiesa di Santa Dorotea al suo fianco, il tutto sorseggiando uno Spritz e stuzzicando nachos con guacamole.

Concluso l’aperitivo si inizia la passeggiata: da Piazza Trilussa a Piazza Navona, al tramonto, passando per Ponte Sisto (dove è possibile ammirare il murales di William Kentridge Lungotevere), via Giulia, Piazza Farnese, Largo Argentina e Pantheon. A guidare il tour un gruppo di guide turistiche autorizzate dalla Regione Lazio che catapulteranno i partecipanti nella Roma Rinascimentale.

Passeggiata culturale T-Bone Station Roma

A fine tour si rientra dunque al T-Bone Station di Trastevere per concludere la serata con una gustosa cena tra un’ampia scelta di hamburger, Veggie Burger, Salmon Steak e Bistecca dal Nord Europa, contorno, birra e dolce. La partecipazione alle T-Walk ha un costo di 30 euro che comprende l’aperitivo, la passeggiata cultura con guida e la cena. Tutti coloro che sono interessati alle passeggiate culturali T-Bone possono inviare un messaggio privato tramite la pagina Facebook “T-Bone Station (Via Santa Dorotea 21, Roma)” o via mail all’organizzatore Federico Massi (federico.massi@t-bone.it).

Pesce fresco (e piatti pronti) ai supermercati Pam Panorama: oltre 50 ricette da gustare

Un aperitivo al banco del pesce all’interno del supermercato Panorama Lunghezza al Centro Commerciale Roma Est per presentare la nuova offerta ittica firmata Pam Panorama che comprende i banchi di pesce fresco ma anche numerosi piatti pronti da gustare. A presentare la serata un esperto della nota catena di supermercati che ha illustrato le novità relative al pesce fresco prima di lasciare la scena allo chef stellato Anthony Genovese del Pagliaccio di Roma che ha svolto un Live Tartare Lab preparando un piatto per un aperitivo a base di pesce.

I supermercati Pam sono stati i primi ad introdurre i banchi del pesce fresco, garantendo ai clienti prodotti d’eccellenza a prezzi competitivi. Come spiegato da un responsabile del gruppo in occasione dell’evento, ogni giorno una flotta di 9 pescherecci parte dal porto di Chioggia per pescare in tutto l’alto Adriatico. I prodotti pescati vengono dunque controllati da un team di esperti che seleziona il materiale da mettere in vendita nel reparto del pesce fresco del Gruppo Pam. La grande attenzione sui prodotti è inoltre supportata dai professionisti Pam Panorama che sono a disposizione dei clienti per offrire consigli sugli acquisti, indirizzando i consumatori verso il pesce più adatto per ogni occasione o ricetta.

https://twitter.com/MatteoAcitelli/status/875038836916670464

Tra le novità del banco pesce Pam Panorama troviamo sicuramente la nuova linea di prodotti dedicati a chi desidera gustare un piatto goloso a base di pesce ma ha poco tempo per cucinare: Pronto Cuoci Pesce. Grazie a questo innovativo servizio i clienti avranno così la possibilità di gustare una delle oltre 50 ricette pronte da portare in tavola in pochi minuti: dai crudi, come le tartare e i carpacci, agli involtini di salmone, pesce spada e merluzzo; dalle polpette ai filetti di pesce ricettati, dagli hamburger di pesce agli spiedini, fino ai sughi pronti. E voi avete già provato queste delizie? 😋

Frescobaldi per Gorgona, il vino prodotto dai detenuti dell’isola-carcere dell’arcipelago Toscano

La passione per il vino può assumere forme differenti. Il lavoro aziendale di Frescobaldi, azienda vinicola toscana, si può riassumere nella frase “cultivating Toscana diversity” e sancisce lo stretto legame della famiglia con la biodiversità del territorio toscano, nell’unione tra la montagna e il mare, la città e la campagna e, più semplicemente, tra la terra e gli uomini che la lavorano. Continua a leggere