JTI Clean Way, viaggio a tappe nel cuore dell’Italia sostenibile tra comuni Bandiera Blu e Spighe Verdi

Si è da poche settimane concluso il progetto “JTI Clean Way 2017“, un viaggio all’insegna della sostenibilità ambientale a cui ho avuto il piacere e l’onore di partecipare grazie a JTI (Japan Tobacco International) e FEE Italia (Foundation for Environmental Education) che mi hanno coinvolto in veste di giornalista e digital influencer. Nel corso del tour, da giovedì 12 a sabato 14 ottobre, l’auto di JTI Clean Way ha fatto tappa in ben 11 comuni certificati Bandiera Blu o Spighe Verdi, dove ho avuto l’opportunità di intervistare i Sindaci che mi hanno raccontando le azioni “green” portate avanti dalle comunità locali.

Più di 600 chilometri tra Marche, Umbria e Toscana, da Senigallia a Castagneto Carducci, alla scoperta di undici comuni virtuosi che hanno fatto la scelta della sostenibilità nella gestione del proprio territorio. La prima edizione del progetto JTI Clean Way è partita dalla località Bandiera Blu di Senigallia (AN) dove a bordo dell’auto ho avuto modo di intervistare il Vice Sindaco Maurizio Memè che ha evidenziato le azioni portate avanti dal territorio per ottenere la prestigiosa certificazione. Grazie all’abbattimento complesso dei consumi si stima che in 9 anni il comune di Senigallia possa risparmiare fino a 31 milioni di kWh che equivalgono ad oltre 5 milioni di tonnellate di petrolio risparmiate, evitando di fatto l’immissione in atmosfera di quasi 12 milioni di tonnellate di CO2.

Partito ufficialmente il progetto #JTICleanWay, un viaggio di 11 tappe all’insegna della sostenibilità ambientale che tra oggi e sabato 14 ottobre toccherà 11 comuni certificati #BandieraBlu o #SpigheVerdi. Nella giornata di oggi il tour nel cuore dell’Italia sostenibile ha fatto tappa nei comuni di #Senigallia, #Fano e #Mondolfo dove ho avuto l’opportunità di intervistare i Sindaci sulle azioni “green” portate avanti dalle comunità locali per ottenere questi riconoscimenti. #JTI #FEEItalia . . . . . #igersancona #igersmarche #igerspu #marche #destinazionemarche #viviamolemarche #exploringmarche #raccontidimarche #borghi #italianhiddenbeauties #alphacollective #sonyalpha #buongiornopu #pesaro #yallersborghi #borghiditalia #WeLiveToExplore #PeopleCreatives #NeverStopExploring #LiveFolk #WellTravelled #autumn4igers

A post shared by Matteo Acitelli (@matteoacitelli) on

Subito dopo Senigallia il tour si è spostato nel comune di Fano (PU) dove con il Sindaco Massimo Seri abbiamo parlato di come l’amministrazione comunale si sia impegnata in pochi mesi a rimuovere oltre 140 tonnellate di amianto da tutti gli edifici di proprietà comunale per un totale di oltre 60 cantieri, si tratta dell’unico Paese in Italia a non avere più amianto negli edifici comunali. A pochi chilometri da Fano il tour JTI Clean Way ha fatto tappa a Mondolfo (PU), uno dei comuni che possiede sia la Bandiera Blu che la Spiga Verde, un risultato ottenuto e sottolineato dal Sindaco Nicola Barbieri grazie all’importante intervento di riqualificazione degli impianti di pubblica illuminazione che ha interessato più di 2.500 punti luce di ultima generazione a tecnologia LED con particolare attenzione al molo di Marotta che da qualche mese ospita le lanterne.

La seconda giornata di tour è invece iniziata a Montecassiano (MC), comune Spighe Verdi dove il Sindaco Leonardo Catena ci ha illustrato l’innovativo sistema di raccolta differenziata a domicilio messo in atto nel territorio che ha permesso di portare il Montecassiano uno dei migliori comuni “ricicloni” delle Marche e di tutto il centro Italia con una percentuale di raccolta differenziata pari all’83%. Inoltre si segnala che da poche settimane è stato inaugurato il Centro del Riuso, un progetto nato dalla collaborazione con i comune di Recanati, Treia e Appignano. Seconda tappa del secondo giorno di tour JTI Clean Way 2017 è stata Matelica (MC) dove il Sindaco Alessandro Delpriori ci ha illustrato le caratteristiche che hanno permesso al comune di ottenere la Spiga Verde: tutti i corpi illuminanti sono stati aggiornati con la più moderna tecnologia LED oltre al progetto in fase di sviluppo che presto consentirà di realizzare una nuova illuminazione architettonica nel centro storico del paese.

Proseguendo il nostro viaggio ci siamo fermati nel comune di Esanatoglia (MC), certificato Spighe Verdi grazie alla realizzazione di una centralina idroelettrica pubblica e l’installazione di 3 impianti fotovoltaici sui tetti dei plessi scolastici. Inoltre, ci ha spiegato il Sindaco Luigi Nazzareno Bartocci, bisogna evidenziare come l’intero percorso fluviale che costeggia le mura castellane è stato riservato a parco fluviale con punti di sosta parcheggio e percorsi che collegano il centro storio al parco e all’area verde dell’Esino. Salutata Esanatoglia ci siamo diretti a Montefalco (PG), dove in compagnia dell’Assessore al Turismo Daniela Settimi abbiamo avuto un confronto sulle azioni virtuose messe in atto dal comune dove il focus è stato il risparmio energetico: sono stati sostituiti 490 corpi illuminanti con fari LED raggiungendo un risparmio di oltre il 40%, reso possibile anche grazie all’installazione di accenditori elettronici dotati di riconoscimento delle ore notturne.

Dopo Montefalco il tour è ripreso a Castellina in Chianti (SI) dove su consiglio del Sindaco Marcello Bonechi ci siamo diretti verso le colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici installati in due parcheggi pubblici del paese che permette ai residenti di godere dei servizi di mobilità elettrica che al costo di soli 2 euro permettono di percorrere fino a 150 km. Ultima tappa della seconda giornata è stata Massa Marittima (LI), una città che ci ha accolto con grande stupore per via della fantastica Cattedrale di San Cerbone che domina la piazza in cui ad attenderci c’era il Sindaco Marcello Giuntini che ha evidenziato il grande successo del servizio dei compostori che ad oggi sono stati richiesti da oltre 400 famiglie.

La terza giornata del progetto JTI Clean Way ci ha visto invece fare tappa a Bibbona (LI), al secondo posto tra i comuni più virtuosi della provincia di Livorno con una percentuale di raccolta differenziata pari al 59,93%. Il Sindaco Massimo Fedeli ha inoltre evidenziato i lavori relativi all’illuminazione a LED che, soprattutto nella frazione di Marina di Bibbona, hanno permesso di ottenere un risparmio energetico del 65%. Infine, ultima tappa di questa tre giorni che ha attraversato 3 regioni, 7 province e 11 comuni è stata Castagneto Carducci (LI), comune con certificazione Bandiera Blu e Spighe Verdi che ha ottenuto il riconoscimento grazie ad una serie di azioni virtuose raccontate dalla Sindaca Sandra Scarpellini tra cui la costruzione di una scuola in legno, in bioedilizia, con massima classe energetica ed elementi innovativi di progettazione utili per una didattica moderna e un’adeguata formazione degli studenti su questi temi.

JTI Clean Way 2017: il video del tour con JTI e FEE Italia

Il progetto “JTI Clean Way” si è dunque concluso nella provincia di Livorno con una tavola rotonda all’interno del Teatro Roma di Castagneto Carducci, alla presenza del Sottosegretario all’Ambiente, on. Silvia Velo e dell’on. Mario Catania con la partecipazione degli 11 Sindaci coinvolti nell’itinerario che hanno condiviso le azioni svolte con l’obiettivo di migliorare sempre di più e stimolare nuove idee per mantenere questi importanti riconoscimenti ambiti da sempre più comuni d’Italia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi