Articoli

Una passeggiata Priceless alla scoperta della Roma barocca

Nelle ultime settimane sul blog vi ho parlato di una serie di esperienze Priceless alle quali ho avuto la possibilità di partecipare grazie a Mastercard. Dopo la passeggiata al Ghetto romano e la visita al Rione Monti non ho resistito ad iscrivermi alla passeggiata Priceless nella Roma barocca: una mattinata negli antichi rioni Ponte e Parione. L’evento si è svolto sabato 18 febbraio, appuntamento sul magico Ponte Sant’Angelo da cui è possibile ammirare in tutto il suo splendore il Castello, una delle location più fotografate dai turisti in visita nella capitale. Da qui ci siamo diretti insieme ad una simpatica guida e a tutti i clienti iscritti all’appuntamento Priceless Cities tra i vicoli e piazzette di via dei Banchi Nuovi, via di Panico e via dei Coronari alla scoperta di eccellenze artigiane ed i fantastici laboratori di marmo.

Una delle prime location che ha attirato l’attenzione di tutti i partecipanti è stata senza dubbio la visita all’interno di Santa Maria in Vallicella, meglio nota come Chiesa Nuova, con all’interno i celebri affreschi di Pietro da Cortona e la magnifica Madonna della Vallicella di Rubens. Altra grande location barocca che consiglio a tutti di visitare a Roma è Santa Maria della Pace che abbiamo potuto visitare a porte chiuse grazie al circuito Priceless. E come se non bastasse la mattinata si è conclusa con una sorpresa davvero emozionante: una visita esclusiva nell’appartamento di Papa Innocenzo X, ora trasformata in residenza privata.

Una location di altissima qualità con ingresso nel retro di Palazzo Pamphilj, da via dell’Anima con un magnifico balcone che affaccia su piazza Navona, da lasciare tutti senza parole. Abbiamo quindi avuto la possibilità di ammirare da un punto di vista davvero speciale la Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini e l’intera piazza: una vera emozione Priceless che consiglio a tutti. Se ancora non vi siete iscritti al programma gratuito Pricless di Mastercard vi invito a visitare il sito ufficiale Priceless per tutte le ultime novità sulle prossime esperienze Priceless Cities a Roma e in altre 40 città nel mondo.

Rione Monti, alla scoperta del quartiere più antico di Roma con Priceless Cities di Mastercard

Da qualche settimana i miei sabato mattina sono differenti grazie a Mastercard che mi ha permesso di entrare in contatto con Priceless Cities, il programma che offre ai titolari di una Carta del circuito MasterCard di aderire ad una serie di esperienze esclusive davvero interessanti. Sabato 11 febbraio, ad esempio, ho avuto la possibilità di visitare il Rione Monti, il quartiere più antico di Roma. Dopo aver incontrato il gruppo che ha aderito all’iniziativa proposta sul sito ufficiale Pricless.com a Largo Magnanapoli, tutti insieme ci siamo diretti alla scoperta di opere d’arte di valore assoluto, chiese, set cinematografici, studi professionali e fascinose botteghe artigiane.

E così, dopo aver visitato la chiesa dei Santi Domenico e Sisto, location scelta dal regista Paolo Sorrentino per ambientare una serie di scene del film La grande bellezza, abbiamo percorso la Salita del Grillo, per ammirare le rovine dei Mercati di Traiano fino a raggiungere la Casa dei Cavalieri di Rodi e le mura della Suburra, dove si possono ammirare scorci memorabili sul Foro di Augusto. Lungo il percorso, della durata di circa due ore, abbiamo avuto la possibilità di visitare in esclusiva lo studio di architettura La Fenice, uno splendido ufficio ricavato da una chiesa sconsacrata.

A metà percorso ci siamo dedicati una pausa caffè nel bar di piazza della Madonna dei Monti per poi proseguire la passeggiata #PricelessCities tra via Urbana, via degli Zingari e via del Boschetto dove abbiamo visitato una serie di negozi d’artigianato con esperti di mobili riciclati, architettura decorativa, lavorazione artistica del vetro, candele e sartoria. Una visita Priceless che mi ha permesso ancora una volta di scoprire nuove informazioni sulla città eterna.

La passeggiata esclusiva a Rione Monti si è conclusa nella splendida San Pietro in Vincoli, dopo esser passati per via Panisperna, infatti, ci siamo fatti emozionare da questa chiesa e da Mosè di Michelangelo. Se ancora non vi siete iscritti al programma gratuito Pricless di Mastercard vi invito a visitare il sito ufficiale Priceless per tutte le ultime novità sulle prossime esperienze Priceless Cities a Roma e in altre 40 città nel mondo.

Let’s Play Roma, presentato il primo Festival del videogioco d’Italia

Nella splendida cornice delle Terme di Diocleziano a Roma è stato da pochi giorni presentato Let’s Play, il primo Festival del videogioco d’Italia. Cinque giorni dedicati a incontri con YouTuber, giochi, tornei e workshop all’interno del Guido Reni District, di fronte al MAXXI. L’evento, organizzato da Let’s Play srl e Q-Academy Impresa Sociale in collaborazione con AESVI (Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani) e il sostegno di MiBact, MIUR e Regione Lazio, si svolgerà dal 15 al 19 marzo ed ospiterà numerosi videogame in anteprima come Tekken 7 e Little Nightmares ma anche Horizon Zero Dawn e Gran Turismo Sport.

https://twitter.com/MatteoAcitelli/status/832184766590046208

Non mancherà inoltre la nuova console Nintendo Switch che sarà disponibile durante le cinque giornate di Festival con numerosi titoli da provare come Legend of Zelda: Breath of the Wild e Mario Kart 8 Deluxe. Tra gli altri giochi a disposizione dei visitatori Super Mario Sports Superstars per Nintendo 3DS, Ghost Recon: Wildlands, Sniper Elite 4, LEGO: Worlds, Gears of War 4, Forza Horizon 3, Halo Wars 2, Call of Duty: Infinite Warfare, Destiny: i signori del ferro, Skylander Imaginators, Overwatch, Titanfall 2, FIFA 17, NBA 2K17, WWE 2K17, Mafia III e molti altri che potranno essere giocati sulle oltre 200 macchine che verranno installate all’interno dei padiglioni dell’evento, facendo così diventare Let’s Play Roma “il più grande electronic consumer show mai proposto nella capitale”.

Oltre alla grande area dedicata ai videogames non mancheranno i panel e gli appuntamenti con sviluppatori e personaggi che hanno caratterizzato il settore videoludico. Il 16 marzo, ad esempio, il palco di Let’s Play ospiterà il Premio Drago D’Oro 2017, l’evento ispirato ai più importanti awards internazionali che celebra le eccellenze del mondo dei videogiochi, promosso da AESVI. Grande attesa anche per gli incontri con gli YouTuber come Favij, CiccioGamer89, i Mates, LaSabrigamer, Tudor, Awed e molte altre web star. Non ci resta dunque che attendere il prossimo 15 marzo per scoprire dal vivo cosa ci riserverà questo nuovo festival di videogames a Roma che ha tutte le caratteristiche necessarie per imporsi a livello nazionale come appuntamento annuale per festeggiare i videogiochi come medium culturale oltre che mezzo d’intrattenimento.

Priceless Rome, una passeggiata al Ghetto romano con Mastercard

Roma è senza dubbio una delle città italiane più suggestive e ricche di storia, motivo per il quale ogni volta che mi invitano a fare una passeggiata non riesco a rifiutare. Nonostante la vivo quotidianamente per lavoro e nel tempo libero, infatti, ogni uscita è un’occasione per scoprire qualcosa di nuovo. E questo è avvenuto anche sabato scorso quando approfittando di un appuntamento #PricelessCities di MasterCard ho avuto la possibilità di visitare con un gruppo di amici il Ghetto romano. Dopo l’ottima serata al Colbert Villa Medici dove ho avuto la fortuna di entrare in contatto con le esperienze Priceless Rome non ho resistito ad iscrivermi ad una delle numerose passeggiate che ogni mese il team di Mastercard mette a disposizione per i clienti Priceless Cities.

La visita al Ghetto romano è iniziata a Ponte Sisto dove i responsabili delle esperienze Priceless ci hanno accolto e raccontato il programma della mattinata che per oltre due ore ci ha permesso di immergerci nelle strade meno conosciute con tanto di visita esclusiva in luoghi e attività che contribuiscono a costruirne il fascino: dalla bottega di un artigiano che crea e vende gioielli personalizzati alla meravigliosa cappella barocca del Palazzo del Monte di Pietà, aperta in via esclusiva ed eccezionale per Priceless Cities.

E così, dopo aver ammirato Lungotevere l’opera Triumphs and Laments dell’artista contemporaneo William Kentridge, ci siamo diretti nel cuore delle vie romane: via dei Pettinari (nota per i numerosi venditori di oro), Via dei Giubbonari, piazza Mattei, il Portico d’Ottavia ed infine il Teatro Marcello. Nel corso del tragitto non è mancata poi la visita all’interno di una galleria d’arte contemporanea nascosta in un palazzetto storico che ha incantato i presenti ed un pranzo offerto da Mastercard. Il tour con Mastercard si è quindi concluso sul più antico ponte di Roma, Ponte Fabricio, che ha accompagnato i partecipanti fino all’Isola Tiberina.

Se non sei già iscritto, iscriviti subito gratuitamente al programma e alla newsletter Mastercard per scoprire tutte le novità in anteprima ed essere certo di non perdere le esperienze Priceless Cities senza prezzo pensate per te nella tua città e in oltre 40 città nel mondo!

#EmptyScuderie, blogger e instagramers alla scoperta del Museo Universale al Quirinale

Fino al prossimo 12 marzo le Scuderie del Quirinale di Roma ospitano la mostra “Il Museo Universale. Dal Sogno di Napoleone a Canova“, un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati di arte che ospita opere come il Ritratto di Papa Leone X di Raffaello, la Strage degli innocenti di Guido Reni, la Venere capitolina, dai Musei Capitolini, il calco del Laocoonte e il leggendario Monumento funebre a Guidarello Guidarelli di Tullio Lombardo.

E proprio per promuovere #ilMuseoUniversale delle Scuderie è stato organizzato un evento esclusivo dedicato a blogger e instagramers che nella serata di giovedì 19 dicembre hanno avuto la possibilità di partecipare ad una vista a porte chiuse: #EmptyScuderie. L’iniziativa ha attirato l’attenzione di oltre 100 influencer della Capitale che tramite i loro post hanno permesso di portare l’hashtag ufficiale della manifestazione nelle tendenze del social network di micro blogging Twitter.

Le opere in mostra portano i visitatori tra i capolavori che Napoleone Bonaparte aveva deciso di trasferire in via permanente al museo del Louvre di Parigi per creare lì il Museo Universale, una raccolta del meglio prodotto dalle menti artistiche italiane: i classici greco/romani e tutta la tradizione che ha portato fino a Raffaello. La mostra “Il Museo Universale. Dal Sogno di Napoleone a Canova” alle Scuderie del Quirinale, aperta dalla domenica al giovedì dalle 10.00 alle 20.00 e venerdì e sabato dalle 10.00 alle 22.30, è curata da Valter Curzi, Carolina Brook e Claudio Parisi Presicce con l’obiettivo di rievocare l’avventuroso recupero dei capolavori dalla Francia dopo Napoleone ad opera dello scultore Antonio Canova.

Con il Congresso di Vienna lo Stato Pontificio e le amministrazioni locali della Penisola ottengono la restituzione dell’80 per cento delle opere che furono riportate a Roma nella primavera del 1816. Questa mostra rappresenta il primo progetto delle Scuderie del Quirinale da quando la gestione è stata affidata dalla Presidenza della Repubblica al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo grazie alla società in-house dello stesso Ministero, Ales, presieduta da Mario De Simoni.